fbpx

Indagini endoscopiche a fibre ottiche in ORL

Informazioni generali, strumentazione ed esempi di patologie diagnosticabili

Rinofibrolaringoscopia a fibre ottiche

La tecnologia mette oggi a disposizione dello specialista strumenti sofisticati che consentono di visualizzare per via endoscopica tutto il distretto rino-faringo-laringeo mediante l’impiego delle fibre ottiche.

In particolare la rinofibrolaringoscopia si avvale di uno strumento a fibre ottiche flessibile che, introdotto per via nasale, consente di visualizzare le fosse nasali, il rinofaringe, l’ipofaringe e la laringe e di individuare eventuali lesioni a carico di questi distretti: dalla ipertrofia adenidea ai polipi o ai noduli delle corde vocali, dalla laringite alle lesioni precancerose della laringe, dalla laringite da reflusso faringo-laringeo al carcinoma laringeo.

BRANCA DI RIFERIMENTO:

Indice:

Modalità di accesso alla prestazione:

S.S.N.
Extra S.N.N.

*La possibilità di accedere alla prestazione in accreditamento con il SSN è vincolata ai “tetti di spesa” stabiliti dalla Regione Basilicata.

Tempi di attesa: da 3 a 10 giorni

(tempi d’attesa orientativi, in fase di prenotazione potrebbero essere anche inferiori o leggermente maggiori)

Quanto costa la rinofibrolaringoscopia?

Il costo della rinofibrolaringoscopia in regime privato può variare in base sia al medico specialista sia alla possibilità dell’utente di usufruire di convenzioni.

Grazie al piccolo diametro e alla flessibilità dello strumento, l’esame è ben tollerato dal paziente e consente di valutare le corde vocali durante la fonazione e la deglutizione permettendo così al foniatra di individuare non solo lesioni organiche ma anche alterazioni funzionali responsabili di disfonia o disfagia.

Tale metodica consente uno studio delle corde vocali anche durante il canto in modo da consentire allo specialista di individuare eventuali criticità e di fornire preziosi consigli a chi fa un uso professionale della voce.

Con una accurata osservazione e con specifiche manovre che riproducono il comportamento delle alte vie aeree durante il sonno, la rinofibrolaringoscopia rende inoltre possibile una diagnosi precoce della sindrome delle apnee ostruttive notturne (OSAS) e di studiare come intervenire per risolvere questo diffuso, pericoloso e spesso sottovalutato problema.

Laringoscopia tramite laringoscopio rigido

Oltre al prezioso strumento flessibile nella diagnostica otorinolaringoiatrica ci si avvale anche di laringoscopi rigidi che consentono di osservare le corde vocali con accesso dal cavo orale, il fastidio per il paziente può essere minimizzato dall’eventuale impiego di anestetico locale spray che tuttavia solitamente non si rende necessario.

Il laringoscopio rigido consente una visione ancora più accurata del piano laringeo perché il maggior diametro consente un impiego di un numero maggiore di fibre ottiche, una minore dispersione di luce e di conseguenza una immagine più dettagliata, pertanto può essere utilizzato efficacemente per lo studio di lesioni organiche del piano laringeo e per una accurata caratterizzazione delle stesse.

Otoscopia

Anche il canale acustico esterno e la membrana timpanica possono essere valutati con ottiche rigide della misura appropriata che con una invasività minima consentono una visione accurata dell’orecchio e una precisa diagnosi di otite media, otite esterna, timpano sclerosi, dermatite del condotto uditivo esterno, fistola auris o neoplasie dell’orecchio esterno e medio.

Immagini e video forniti dagli strumenti endoscopici possono essere memorizzati allo scopo di effettuare un adeguato follow-up valutando l’evoluzione del quadro clinico nel tempo.

Articoli e news

Potrebbe interessarti leggere anche questi articoli

Foto, con logo di Polimedica Melfi, della targa dell'ambulatorio di infermeristica del poliambulatorio melfitano. Immagine di accompagnamento all'articolo "Numeri record per l’area infermieristica".
News

Numeri record per l’area infermieristica

Polisonnogrammi, Holter, Test del cammino: diverse le prestazioni offerte direttamente dai nostri infermieri. Nuovi servizi utili alla comunità

Leggi →
Dermatologia

Psoriasi: una patologia dalle molte sfaccettature

Come diagnosticarla, le sue diverse forme cliniche e le terapie da adottare: tutto su questa patologia, a cura di uno specialista dermatologo

Leggi →
Immagine, con logo di Polimedica Melfi, delle mani di un artigiano che lavorano una statua di gesso. Foto di accompagnamento all'articolo "Quando rivolgersi ad un chirurgo plastico, ricostruttivo ed estetico?".
Malattie, trattamenti, prevenzione e salute

Quando bisogna rivolgersi ad un chirurgo plastico ricostruttivo ed estetico?

Cose importanti da sapere e miti da sfatare. Intervista ad una specialista: differenze fra chirurgia plastica estetica e ricostruttiva

Leggi →
Torna su