Linfodrenaggio manuale (metodo dott. Vodder)

Che cos'è il linfodrenaggio manuale?

Il linfodrenaggio manuale secondo Vodder é una tecnica di massaggio che correttamente esercitata esplica il suo effetto a livello dei tessuti superficiali (cute e sottocute) e non sulla fascia muscolare.

L’azione del Linfodrenaggio stimola un aumento della linfoangiomotricità, un drenaggio dell’interstizio, favorendo lo spostamento dei liquidi, di proteine e cellule immunitarie ed eliminazione di cataboliti e scorie varie a beneficio della circolazione tissutale.

Il contenuto di questa pagina è stato supervisionato dalla d.ssa Angelillo, fisioterapista

Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

BRANCA DI RIFERIMENTO:

Indice:

Modalità di accesso alla prestazione:

S.S.N.
Extra S.S.N.

Tempi di attesa: da 3 a 10 giorni

(tempi d’attesa orientativi, in fase di prenotazione potrebbero essere anche inferiori o leggermente maggiori)

Quanto costa il linfodrenaggio?

Il costo del linfodrenaggio in regime privato può variare in base sia al medico specialista sia alla possibilità dell’utente di usufruire di convenzioni.

A che cosa serve il linfodrenaggio?

Il linfodrenaggio rappresenta la terapia di elezione nell’approccio fisioterapico di linfedemi primari e secondari, in particolare è un’ottima terapia di supporto per trattare il linfedema del braccio(una delle conseguenze più comuni dei trattamenti per la cura del tumore al seno).

Notevoli sono le indicazioni come terapia complementare a quella fisioterapica e/o farmacologica al fine di favorire una più rapida risoluzione della patologia riducendone i sintomi correlati.

Quanto dura la prestazione?

60 minuti circa.

E’ raro che in una seduta le manovre dello stesso possano risolvere completamente l’edema.

Il paziente dovrà sottoporsi a più trattamenti per ottenere risultati duraturi.

La frequenza e le sedute saranno stabilite in base al disturbo del paziente.

Avvertenze e norme di preparazione

È preferibile non usare oli o creme che andrebbero ad alterare la manualità specifica che consiste in un trazionamento della pelle.

Controindicazioni

Il metodo presenta delle controindicazioni assolute e relative.

Controindicazioni assolute

L’utilizzo della tecnica del LDM potrebbe peggiorare o complicare la patologia in atto:

  • Tumori maligni non trattati;
  • Infiammazioni acute;
  • Infezioni generali o locali (caratterizzate da uno stato febbrile);
  • Manifestazioni allergiche;
  • Trombosi venosa profonda, tromboflebiti;
  • Edemi degli arti causato da un’insufficienza cardiaca.

Controindicazioni relative

Il metodo può essere utilizzato seguendo alcune precauzioni che possono riguardare modalità di esecuzione, durate e frequenza del trattamento:

  • Tumori maligni trattati;
  • Infiammazioni croniche;
  • Ipotensione;
  • Disturbi funzionali della ghiandola Tiroide (Ipo-ipertiroidismo);
  • Distonie neurovegetative;
  • Asma;
  • Precancerosi della pelle;
  • Gravidanza.

Come si svolge una seduta di linfodrenaggio metodo Vodder?

Il Linfodrenaggio manuale va eseguito in ambiente confortevole, non deve provocare dolore e arrossamento della pelle.

La tecnica del linfodrenaggio manuale viene eseguita con movimenti lenti al fine di rispettare i parametri fisiologici del deflusso linfatico. Le varie manualità vengono effettuate in sequenza prossimo-distale rispettando il decorso dei deflussi cutanei e sottocutanei in direzione delle stazioni linfonodali di competenza di un determinato territorio linfatico.

È necessario evitare ogni tipo di irritazione della cute, come sfregamento, scivolamento, pressione eccessiva.

Il linfodrenaggio non deve provocare dolore, molto dipende dalla bravura dell’operatore.

Un fisioterapista specializzato.

Approfondimenti

Potrebbe interessarti leggere anche questi articoli

La fisioterapia per l’ernia del disco

Questo articolo illustra in modo semplice e breve il ruolo della fisioterapia nel trattamento delle ernie discali

Leggi →

La riabilitazione dopo l’asportazione di un’ernia discale

La fisioterapista Abbruzzese descrive il percorso di guarigione di una paziente sottoposta ad un intervento chirurgico alla colona vertebrale

Leggi →

Frattura sottocapitata del femore, la riabilitazione di un giovane paziente

Il fisioterapista Maurizio Lucarelli racconta il percorso fisioterapico a cui si è sottoposto un paziente dopo la frattura sottocapitata del femore

Leggi →
Torna su
×

Salve!

La Reception di Polimedica è a tua disposizione su WhatsApp per info e prenotazioni da Lunedì a Sabato, dalle 9.00 alle 19,00.

× Ti serve aiuto?