fbpx

Uroflussometria

Che cos'è l'uroflussometria

L’uroflussometria è un esame funzionale, non invasivo, che permette di studiare e valutare il flusso urinario durante la minzione.

Si tratta di un’indagine semplice, considerata di prima istanza nei pazienti che riferiscono disturbi della minzione.

Il contenuto di questa pagina è stato supervisionato dal dottor Giovanni Miracolo, urologo.

BRANCA DI RIFERIMENTO:

Indice:

Modalità di accesso alla prestazione:

S.S.N.
Extra S.N.N.

Tempi di attesa: da 3 a 10 giorni

(tempi d’attesa orientativi, in fase di prenotazione potrebbero essere anche inferiori o leggermente maggiori)

Quanto costa l'uroflussometria?

Il costo dell’uroflussometria in regime privato può variare in base sia al medico specialista sia alla possibilità dell’utente di usufruire di convenzioni.

A che cosa serve questo tipo di esame?

L’uroflussometria è indicata in presenza di sintomi come:

  • difficoltà ad urinare e a svuotare completamente la vescica,
  • mitto di scarsa intensità, diviso, a “spray” o intermittente,
  • urgenza minzionale,
  • incontinenza urinaria,
  • gocciolamento post-minzionale,
  • e via discorrendo.

La presenza di uno o più di questi sintomi può essere legata a molteplici patologie, sia organiche che funzionali, del basso apparato urinario e, nell’uomo, della prostata.

Tra le cause più comuni ricordiamo: infezioni (uretriti, prostatiti, cistiti, vaginiti), calcolosi, restringimenti uretrali, ipertrofia prostatica, discesa o ipomobilità del collo vescicale e tumori dell’apparato urinario.

In questo contesto di estrema variabilità eziologica, l’uroflussometria si presenta come test di screening di prima scelta per i pazienti con sospetta disfunzione del basso tratto urinario.

L’uroflussometria rappresenta anche un valido strumento di monitoraggio per valutare i risultati di un trattamento; viene quindi raccomandata nei pazienti che devono effettuare una terapia medica o sottoporsi ad un intervento chirurgico, e poi ripetuta ad intervalli di tempo stabiliti dal medico.

Come si svolge l’uroflussometria?

L’uroflussometria è un esame strumentale di semplice esecuzione.

Il medico chiede al paziente di urinare all’interno di contenitore speciale (che è simile ad un imbuto) il quale è collegato ad un macchinario chiamato uroflussometro. Questa macchina misura la quantità di urina emessa dal paziente.

L’atto minzionale viene quindi rappresentato graficamente. L’interpretazione di questo diagramma consente di confermare od escludere la presenza di una disfunzione del primo tratto urinario.

Questo esame non è doloroso.

Il medico specialista che esegue l’esame è l’urologo.

Quanto dura l’esame?

L’esame dura circa un quarto d’ora.

Normalmente, si richiede una preparazione semplice: bere mezzo litro/un litro di acqua non gassata (in modo da favorire il riempimento vescicale), e trattenere le urine fino al momento dell’esecuzione dell’esame. Il riempimento della vescica non dovrà essere eccessivo.

Eseguita l’uroflussometria il paziente può tornare a casa e riprendere le normali attività quotidiane.

Medici specialisti in urologia e andrologia

Articoli e news

Potrebbe interessarti leggere anche questi articoli

Immagine, con logo di Polimedica Melfi, di un medico con una cartellina in mano che parla al proprio paziente seduto difronte a lui. Foto di accompagnamento all'articolo dedicato a "Disfunzione erettile: la soluzione grazie alle onde d'urto".
Malattie, trattamenti, prevenzione e salute

Disfunzione erettile: la soluzione grazie alle onde d’urto

La stessa terapia si è rivelata inoltre particolarmente efficace nel trattamento della prostatite cronica e della malattia di La Peyronie

Leggi →
Immagine, con logo di Polimedica Melfi, di un operatore sanitario che applica un laccio emostatico ad una paziente prima di eseguire un prelievo del sangue. Foto di accompagnamento all'articolo Nuova prestazione: analisi di laboratorio.
News

Nuova prestazione: analisi di laboratorio

Singoli esami del sangue, delle feci e delle urine o Check-up completi: è possibile eseguirli in Polimedica. Servizio extra SSN

Leggi →
Ginecologia

Cistite: i consigli degli urologi

Fattori di rischio e cause; i sintomi e le terapie e la prevenzione. Ne parliamo con uno specialista in urologia

Leggi →
Torna su