fbpx

Esame audiometrico

Se stai cercando dove fare subito l’audiometria in Basilicata, anche in accreditamento col Servizio Sanitario Nazionale, qui a Melfi in Polimedica abbiamo una lista di attesa molto breve.

Attualmente presso il nostro ambulatorio di otorinolaringoiatria svolgiamo solo l’audiometria tonale, tuttavia in questa pagina, il cui contenuto è stato supervisionato dai nostri specialisti otorinolaringoiatri, spieghiamo come si svolge e a cosa serve sia l’audiometria tonale che quella vocale.

Inoltre qui puoi trovare altre informazioni utili su questo tipo di esame, come i costi, quanto dura e chi è il professionista che occupa di eseguire l’esame.

BRANCA DI RIFERIMENTO:

Indice:

Modalità di accesso alla prestazione:

S.S.N.
Extra S.N.N.

*La possibilità di accedere alla prestazione in accreditamento con il SSN è vincolata ai “tetti di spesa” stabiliti dalla Regione Basilicata.

Tempi di attesa: da 3 a 10 giorni

(tempi d’attesa orientativi, in fase di prenotazione potrebbero essere anche inferiori o leggermente maggiori)

Quanto costa l'esame audiometrico?

Il costo dell’esame audiometrico in regime privato può variare in base sia al medico specialista sia alla possibilità dell’utente di usufruire di convenzioni.

A che cosa serve l'esame audiometrico?

L’esame audiometrico tonale fornisce preziose informazioni allo specialista circa l’entità e la qualità della perdita uditiva del paziente, agevolando la diagnosi e permettendo di stabilire l’amplificazione necessaria per correggerla.

L’esame audiometrico vocale fornisce fondamentali informazioni sulla capacità di discriminazione vocale, fornisce indicazioni sulla sede della lesione e consente di valutare l’opportunità di impiego di una protesi acustica, permettendone anche una opportuna personalizzazione e controllo in fase di adattamento protesico.

Quanto dura l’esame?

Anche nel caso in cui gli esami vengano svolti insieme, la durata non va oltre i 20 minuti.

Non sono presenti particolari indicazioni.

Non sono presenti particolari indicazioni.

Come si svolge l'esame audiometrico tonale o vocale?

L’esame audiometrico tonale si effettua inviando al paziente dei toni puri tramite una cuffia e poi, attraverso un sistema vibratorio posto in sede retro-auricolare all’interno di una cabina silente, il paziente segnala i suoni percepiti alle diverse frequenze con l’ausilio di un pulsante.

Al termine dell’esame si ottiene un tracciato che verrà poi interpretato dallo specialista.

Invece, per quanto riguarda l’esame audiometrico vocale, al paziente vengono inviate in cuffia o in campo libero, stimoli sonori appositamente studiati per la lingua italiana, di solito parole bisillabiche o frasi. In base alla percentuale di parole correttamente ripetute dal paziente alle varie intensità, si ottiene anche in questo caso il tracciato ch efornirà le dovute informazioni allo specialista.

È doloroso?

Non è doloroso.

Chi esegue l’esame?

Uno specialista otorinolaringoiatra, oppure un tecnico audiometrista.

Articoli e news

Potrebbe interessarti leggere anche questi articoli

Dermatologia

Psoriasi: una patologia dalle molte sfaccettature

Come diagnosticarla, le sue diverse forme cliniche e le terapie da adottare: tutto su questa patologia, a cura di uno specialista dermatologo

Leggi →
Immagine, con logo di Polimedica Melfi, delle mani di un artigiano che lavorano una statua di gesso. Foto di accompagnamento all'articolo "Quando rivolgersi ad un chirurgo plastico, ricostruttivo ed estetico?".
Malattie, trattamenti, prevenzione e salute

Quando bisogna rivolgersi ad un chirurgo plastico ricostruttivo ed estetico?

Cose importanti da sapere e miti da sfatare. Intervista ad una specialista: differenze fra chirurgia plastica estetica e ricostruttiva

Leggi →
Immagine, con logo di Polimedica Melfi, di un uomo che sta per perdere l'equilibrio. Foto di accompagnamento all'articolo dedicato a "Vertigini diagnosi, cura e… miti da sfatare".
Malattie, trattamenti, prevenzione e salute

Vertigini: diagnosi, cura e… miti da sfatare

La diagnosi delle patologie vertiginose prevede una valutazione otoneurologica, un esame audiometrico tonale ed un test vestibolare

Leggi →
Torna su